BLOG APERTO A TUTTI!!

"El Cor" - Foto di Danilo Benvegnu'' -

AGNER e DINTORNI , vuole essere uno spazio a disposizione di abitanti e frequentatori di questi luoghi.
Ovviamente questo vale anche per associazioni, amministratori locali e per tutti coloro abbiano da proporre tematiche inerenti l'Agordino.
E sopratutto vogliano promuovere tante lodevoli iniziative spesso note ai soli abitanti del paese in cui si svolgono!

Inviateci tramite e-mail il programma di quanto organizzate, con molto piacere, sarà inserito quanto prima su Agner & Dintorni..


lunedì 27 agosto 2012

DALLE STALLE ALLE "STELLE"







Di Attilio Pietrogiovanna



a)el fen..no l’era el vent (fohn) del Sahara….na olta se sieghea da per tut,onde che no rivea la falth,anca co le man inte per sot ai busch.L’era meio ae’ pra’ che bosch.I cenia i confin dei pra’ e i li rispettea.Indea a siega’fin su sot ai crep.El comun el dea le part de pra da siega’ in luna,dopo indea su per i piai, versegala,therve e fin su a misuron sot  caiada.Lontan se sieghea sol na olta e dopo restea pascol,intorn ai paes trei olte.El mezzo di trasporto per  portalo inte talva’, l’era la testa.El  fen..el pra’ l’era “valk a pede” per l’economia dei paes.I pra’ i era come en bigliardo,come el green del campo da golf.Ghe  n’era calchedun de sofisticadi, che noi olea gnanca che te  ndese a  radici per no fa  bus.Tuti i cenia minimo na vaca,na feda el porthel.Caneve piene de formai, poina, schith,botiro, bersole. A Digoman dopo guera l’era 140 anime e 40 vache.Chi che aea  trei vache,el porthel e calche  lares da  taia’,i podea fa studia’ i  tosat. Ma bisognea  tendeghe ,no se podea nda’ in Agort a straca’ la piatha.In autuno cande chel gardith el era  pien de  foia per olva’,e se aea fini’ de spande grasa ,el podea anca  nevega’…


b)Dopo i ha scominthia’ad anda’ all’estero,e alora i sieghea manco e semper pi vesin ai paes.Quindi pian..pian..no pi in luna,mesuron,therve, versegala e cosi via.Nei pra’pi lontani se fea piantagion ..lares o peth a seconda dei posti.Calchedun no cenia pi la vaca,e i pra’ pi scometh, i li dea in afit ai pi  cometh.In autuno in base a quanti fas de fen che se aea fat, se paghea con formai o botiro.

c) Nas en nof tipo de gestion “ le vache a  desguerna’”.I commercianti della zona i comprea tante vache e i le dea in giro per i paes a chi che aea fen.La vaca la se mancenia,el lat el restea all’affittuario.Naturalmente bisognea  cenila polito e che l’aesse lat a bisogn per pagase chel che la  magnea.Se no l’era cosi’..i la cambiea.Chesto sistema el aea na sosta estiva per porta’ le vache in montagna ,cosi’ i aea pi temp per fase el fen.

d) I caseli con macchinari moderni, scrematrici ecc..ecc..dato che  l’era  poch lat  noi podea pi mancenise,masa spese, cosi’a Oltach i  sera el  caselo,el lat,  i pochi restadi  i lo porta a Digoman ogni di’. A Digoman l’era el  caselo  tut  a  man, manco spese , altri i se fea a casa en cin de schith.

e)In chesto periodo le tanti  pra da siega’e pochi siegador.I omi i e’ ndati via a laora’,e i boce restadi i siega per tuti, cosi’ i se ciapa en franco.Se vet le prime falciatrici meccaniche.El fen che no  vien consuma’(da chi che no ha  bestie a desguerna’) in primavera i lo venth.Arriva i commercianti  dala  bassa co le  imballatrici,i  svoda  i  talva’ ei porta via tut, en tant al  quintal.Cosi’el talva el resta vodo per la prossima staion.


 f)Le vache le continua a cala’,ed anca el caselo de Digoman el vien sera’.Chi che ha  ancora calche bestia i se rangia a casa con na piciola caldrola  en cin de  spress e de poina, in modo da consuma’ el lat.Fen ghe ne da per tut, ma nessuni pi che siega. Tut  chel che ocor, formai, lat, poina se compra al merca’ , in  botega o da  calche ambulante chel gira i paes na olta ala settimana. Intant i tosat de le scole i ghe  domanda a la maestra cal che le el alber che fa le  botiglie/cartoi  dal lat.

g)le drio tut a fini,anca le ultime vache le sparis. Se siega i pra sol intorn a le case el rest tut  abandona’.El comun per ceni’ en cin  net el manda fora na machina che  siega e masenea tut ,e la asa tut inte pra.Sta qua la va via dreta e no la rispeta i termen, cosi se perth anca chei.El bosch el magna i paes, che i se spopola semper de pi ,le case le vien doprade sol per le ferie e le deventa  seconde case.Altre case vendude ai pindoi, fate fora e doprade en cin l’ista’. Le stale le vien trasformade in garage, via carpie,morone, fumer, caoth, fos de la pisina,salesa’, gardith… 

h)Fursi ho sbaglia’ titolo…Dalle stalle al ledamer… speron de no.. 

Attilio Pietrogiovanna   agosto 2012

4 commenti:

  1. Fedele cronistoria degli ultimi sessantanni nei paesi intorno all'Agnér (ma è successo lo stesso in tutto l'arco alpino, si è consumata una cultura, una civiltà millenaria!). Mah, così va il mondo, e i sociologi avranno ampio materiale di studio in merito!
    Rispondo con l'occasione a Luigi: i "pindoi" sono i villeggianti, o "foresti" in genere.
    E approfitto per fare qualche domanda sui termini dialettali ad Attilio, di cui afferro il senso ma non il preciso significato:
    gardith,
    olvà,
    desguernà,
    carpie,
    salesà.

    Grazie in anticipo,
    Giorgio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ottavio ciao
      gardith.. luogo dove venivano tenute le foglie secche per OLVA' fare il letto alle mucche. togliere le foglie "vecchie" e metterne di fresche.Desguerna' da Guerna' dare da mangiare e bere alle bestie, desguerna' per le bestie in "Affitto" Carpie luogo dove si metteva il fieno da mangiare alle mucche. Salesa' pavimento delle stalle fatto con sassi piantati nel terreno fino a coprire tutto il pavimento. ATTILIO

      Elimina
  2. Veramente un bel racconto che testimonia la realta, sono anchio un medo pindol e ho provato soloun pò la fatica di portare il fieno la legna dal bosco spogliare i frassen portare il latte al caselo, mia zia era una capò della ghestapo però mi voleva tanto bene, sta di fatto che il primo dialetto che ho parlato e quello dei Rivanei con qualche vocabolo dei contha insegnatomi dalla zia la sera,non c'era la tv.

    RispondiElimina
  3. ci scusiamo dell'inserimento di alcuni commenti in ritardo, avevamo alcuni problemi di connessione risolti solo nella giornata odierna.

    Saluti.

    RispondiElimina