BLOG APERTO A TUTTI!!

"El Cor" - Foto di Danilo Benvegnu'' -

AGNER e DINTORNI , vuole essere uno spazio a disposizione di abitanti e frequentatori di questi luoghi.
Ovviamente questo vale anche per associazioni, amministratori locali e per tutti coloro abbiano da proporre tematiche inerenti l'Agordino.
E sopratutto vogliano promuovere tante lodevoli iniziative spesso note ai soli abitanti del paese in cui si svolgono!

Inviateci tramite e-mail il programma di quanto organizzate, con molto piacere, sarà inserito quanto prima su Agner & Dintorni..


EVENTI TRASCORSI

1









La giornata dal cielo plumbeo non prometteva niente di buono.. invece... timidamente alla chetichella uno dopo l'altro I Digomaner di facebook e i frequentatori di questo Blog oltre a moltissima altra gente, hanno fatto la loro comparsa in quel di Digoman, tutto il nord centro Italia era rappresentato arrivando dalla Liguria, Friuli e Toscana e Lazio e tutti erano li per l'annuale festa della Madonna del Carmine.
Per chi frequenta Digoman, è ' un appuntamento imperdibile, viste le premesse, quest' anno lo era ancor di più e non poteva essere altrimenti, insomma... è stata una giornata in crescendo. 
Già per la S. Messa e successiva processione, il numero delle presenze era in linea con le edizioni precedenti, ma con il passare delle ore i partecipanti continuavano a confluire, tanto che gli addetti alla cucina viaggiavano a pieno ritmo tra costicine, luganeghe e maxi caldrola per la polenta, anche la fontana dal paese faceva la sua parte tenendo in fresca le bibite varie... 
Per l'occasione è stato rimesso pure in funzione il vecchio caselo, che per generazioni ha sfornato formaggio, poina e butiro.. 
Presenti gli stand dei "mestier de na olta" (caregheta) e intagliatori di legno (Club Unesco Agordino) e il mitico pittore (non ricordo il nome) che ritrae le montagne come fosse una foto.
Per la prima volta vi era pure un banchetto dei Digomaner... Con in vendita le magliette dei.... Digomaner.. abbiamo fatto il tutto esaurito, bisognerà rifarle, sono andate letteralmente a ruba e molti le aspettano per Agosto.. :-)
NB: Nessun guadagno... "il ricavato della vendita, verrà utilizzato per il ripristino della segnaletica dei molteplici sentieri presenti in zona".
Un ulteriore piccolo segno da parte del gruppo dei Digomaner, sempre convinti che oltre al dire... bisogna passare al fare, a dimostrazione che anche le piccolissime realtà "volendo" posso fare qualcosa, se poi tante piccole realtà trovano una linea concorde che le può far legare e di conseguenza presentare un programma unitario, si può pensare a qualcosa di più ampio per il rilancio del turismo nella conca Agordina, la cosa è sentita... tanto che alcuni dei nomi mitici dei DoloMitici (scusate il gioco di parole) erano presenti.. basta vedere le foto... 
Non è mancato anche il momento istituzionale, quando la grande targa del "Cuore delle Dolomiti che batte a Digoman" creata dal gruppo dei Digomaner, è stata consegnata al Sindaco di Voltago Agordino. Verrà posizionata sul muro dello storico lavatoio che si trova proprio nella piazza centrale del paese.
Cosa aggiungere... Il cuore ha iniziato a battere con vigore, ora le arterie speriamo portino sangue a tutti i paesi della conca Agordina e chissà che non sia un bel sogno che diventa realtà.. spesso perché nascano belle cose, basta crederci, ma la cosa deve essere sentita anche da chi vive sul territorio.
Grazie a tutti per la partecipazione, ed è d'obbligo un BRAVi a tutti i volontari e le associazioni, che con notevole impegno riescono a far rivivere alla grande, anche se per un giorno soltanto il paese di Digoman.
Ci si vede a Digoman per l'edizione 2011 I Digomaner saranno presenti....
Luca Pollazzon


********************************************************************

Costicine e Pastin a Digoman 30/05/2010

Il gruppo dei Digomaner in occasione della prima edizione di costicine & pastin a Digoman



Costicine e Pastin a Digoman 30/05/2010

                            

REPORT 1° EDIZIONE "COSTICINE & PASTIN A DIGOMAN"



Esordio bagnato, esordio fortunato. Alla fine è andata molto bene direi....



Ma partiamo dall'inizio.. individuato il prato in posizione favolosa dove organizzare la prima edizione della grigliata che vuole riunire tutti gli iscritti al gruppo de I DIGOMANER in un gemellaggio con gli abitanti di Digoman, Voltago e tutti gli amanti dell'agordino in generale.



Dicevo... individuata la degna location dove svolgere il tutto, bisognava procedere allo sfalcio, allora sabato, toccata e fuga in quel di Oltach e decespugliatori in spalla... saliamo al prato... e di buona lena, sotto una pioggerella che manteneva freschi abbiamo preparato il posto con passione.



Rientro a Mestre...nanna e alle 6.30 di nuovo in auto, per risalire tra le amate valli... 
Ma...mai fare i conti prima dell'oste... il meteo domenica non proprio era dell'idea di farci mettere ai fornelli men che meno mangiare all'aperto.
Grazie alla provvidenziale disponibilità del grande gazebo, presso il campo sportivo di Voltago è stato possibile piazzare la griglia e sopratutto mangiare al coperto. 

Costicine, pastin, formai e salam cot, il tutto sembra sia stato apprezzato, visto che non è rimasto praticamente nulla.
Squisite pure le innumerevoli torte portate da tutti.

Bellissima la compagnia, fatta di persone che tengono veramente all'agordino e vorrebbero vederlo, forse più promosso e valorizzato di quanto lo sia attualmente.
Ma qualcosa si sta muovendo..

Insomma un grazie di cuore a tutti i partecipanti, in special modo a Ingrid, Debora, Massimiliano, Andrea e Marco, per l'aiuto. 
E ai vari rappresentanti dei gruppi "cugini" Dario, dei DoloMitici, Max, dei Lastesani, Giulio, di Quelli che Frassenè e Luigi.
Auspico, che una semplice grigliata, sia un primo segnale e perché no, porti magari a tante piccole cose, che aiutino a rendere grande l'agordino.


Un Grazie particolare al Comune di Voltago (Sandro) (Michele), Alla Polisportiva (Gimmi) e Rino, per la disponibilità e l'aiuto fornito per consentire lo svolgimento 
della prima edizione 


di Costicine & Pastin a Digoman.

Luca Pollazzon