BLOG APERTO A TUTTI!!

"El Cor" - Foto di Danilo Benvegnu'' -

AGNER e DINTORNI , vuole essere uno spazio a disposizione di abitanti e frequentatori di questi luoghi.
Ovviamente questo vale anche per associazioni, amministratori locali e per tutti coloro abbiano da proporre tematiche inerenti l'Agordino.
E sopratutto vogliano promuovere tante lodevoli iniziative spesso note ai soli abitanti del paese in cui si svolgono!

Inviateci tramite e-mail il programma di quanto organizzate, con molto piacere, sarà inserito quanto prima su Agner & Dintorni..


sabato 19 giugno 2010

BELLEZZE AGORDINE

Frassenè
Frassenè luminosa e mattiniera che fa d'ogni sua gemma una preghiera
Ho sempre considerato Frassenè come uno tra i più bei luoghi dell'Agordino, per la sua posizione, per il suo paesaggio, per il suo raccoglimento, per tutto l'insieme che dà gioia agli occhi e dolcezza all'anima.
Da Voltago, per la strada che slancia tra i pratial confine del cielo, si ha già la sensazione di quello che deve giungere: un'approdo di solitudine, una sosta lal cammino, un'esilio di poesia, un paese fiorito; rondini e bimbi, strade e roccia, laghi ed ombre; certi sentieriche non sai se siano parchi trecenteschi o strade di castelli......

Voltago
Rovi di bacche, gigli, soldanelle: giardino seminato a genzianelle.
Il paese è situato in una posizione molto ridente, fiorita come un giardino. Per le curve dei colli si disperdono le voci delle montanine che cantano; il sole accarezza ogni cosa e da quell'abbraccio di luce la valle assurge come uno splendore.
Vicinissimo al paese, in località chiamata Campo di Giove, esisteva una miniera di piombo argentifero. Un mucchietto di rovine attesta tuttora il posto di estrazione.....

Digoman
Campi nel solco, così, tutti fragranti: pensier di vita ed ore riposanti.
Da voltago, sempre salendo, verso sinistra, dopo Miana, tutta raccolta nel sole, Digoman ci balza incontro con il suo stupendo piano verde d'erba in primavera: erba che ha la colorazione dello smeraldo, come nell'estate il fieno che riempie l'aria di un calmo e pieno profumo. Qui verrebbe il desiderio di sostare all'ombra tra l'erica e il muschio, adagiarsi a guardare a quant'è alto e profondo il cielo e come vanno, vanno e tornano, da una vetta all'altra, da un crepaccio all'altro, le nubi...

Saresin
Ceppaie, muschio lieve ed alberelli: aprile tocca a piano irami snelli.
Ombre refrigeranti nel vasto silenzio: qualche campano di mucca al di là della curva: tra il bosco cupo di fitte fronde e le stecconate e le case, sulla china: paesaggio vivo animato da questo silenzio che è una perenne armonia....

Don
Macigni rosa, dondolio di squilli: fringuelli al bosco e musiche di grilli.
Questo estremo paese dell'Agordino a cui si giunge, percorrendo la strada dopo Forcella Aurine, dall'alto del colle, nella valle profonda, ha una caratteristica particolare. Di colpo, non desta alcuna gradita impressione: pare di essere caduti da un lembo luminoso ad un po' di oscurità; ma se si salgono i viottoli, se ci si perde fra i boschi, se si segue la stradetta che costeggia la base dei collli, se si sente la le campane di Don suonare, si prova la sensazione di essere in un angolo di mondo ove la vita è tutta armonia e bellezza....

Taibon
Borgo cullato dal torrente chiaro; pendici accese a viti e timo amaro.
Taibon è una caratteristica borgata perchè si snoda tortuosa, da S. Cipriano, posto sulla linea carrozzabile, lungo la valle di S. Lucano....

Tiser
O questa serenità tutta di fiamme: dolci cunelle mosse dalle mamme!
Da Forcella Franche si arriva, in brevissimo tempo, a Tiser, sopra il canale del Mis, quasi un castello che domina le profondità di  una valle, tutta verde nell'estate e inabissata come un baratro vivo. C'è non so che quiete di mucche che pascola, di fanciulli che sognano il cielo nei dolci occhi turchini, di mamme che dondolano cunelle, nel tramonto tutto in fiamme....


Tratto da: IL CINQUANTENARIO delle LATTERIE AGORDINE  1887-1937

Nessun commento:

Posta un commento