BLOG APERTO A TUTTI!!

"El Cor" - Foto di Danilo Benvegnu'' -

AGNER e DINTORNI , vuole essere uno spazio a disposizione di abitanti e frequentatori di questi luoghi.
Ovviamente questo vale anche per associazioni, amministratori locali e per tutti coloro abbiano da proporre tematiche inerenti l'Agordino.
E sopratutto vogliano promuovere tante lodevoli iniziative spesso note ai soli abitanti del paese in cui si svolgono!

Inviateci tramite e-mail il programma di quanto organizzate, con molto piacere, sarà inserito quanto prima su Agner & Dintorni..


lunedì 9 agosto 2010

La Montagna celebrata e dimenticata da tutti

"Vogliamo dirlo? La verità è che la montagna e i montanari, le loro asprezze, i loro silenzi, i loro boschi, i loro valori, sono fuori moda. Sempre più estranei a una società caciarona, edonista, teledipendente, discotecara, grandefratellesca. Dove tutto deve essere «facile».... Tutto apparenza. Tutto consumato in fretta. Tutto messo a nudo sulle spiagge. Sulle barche. Sulle copertine dei giornali popolari. Alcide De Gasperi, Sandro Pertini, Francesco Cossiga, Karol Wojtyla andavano in vacanza in montagna. Tra le vette. L' avete mai vista, una foto di Silvio Berlusconi in montagna? E di Gianfranco Fini? E di tutti gli altri, salvo eccezioni? Oddio, il maglione di lana!!!"

Questa è solo la parte conclusiva, ironica e sarcastica ma sicuramente veritiera, di un'articolo di Gian Antonio Stella, sempre bravo a metter in luce le assurdità e le contraddizioni del "Sistema Italia". In questo caso ha focalizzato la sua attenzione verso la Montagna o meglio verso l'abolizione delle Comunità Montane. Certamente qualcuna ha svolto male la propria funzione ma altre hanno lavorato bene e son state estremamente utili per il territorio. Era proprio necessario abolirle o forse era meglio ripensarle e studiare dei sistemi che ne evitassero sperperi e inefficienze? Della Comunità Montana Agordina so molto poco, diciamo che da frequentatore assiduo (negli ultimi 2 anni) dell'Agordino, mi piacerebbe poter notare di più la sua presenza e il suo intervento, soprattutto mi piacerebbe vedere una azione coordinata per quel che riguarda la promozione turistica dell'intero territorio. Ad ogni modo vi invito a leggere il sopra citato articolo e magari di intervenire con vostri commenti a riguardo, specialmente riferendoli alla situazione locale dell'Agordino.

Potete leggere l'articolo, tratto dal Corriere della Sera del 22/07/2010, cliccando QUI.

4 commenti:

  1. Effettivamente manca proprio la classe politica di spessore che parteggi per la montagna... :-(

    Ma per fortuna succede anche questo..

    http://www.repubblica.it/cronaca/2010/08/06/news/alice_tecno-6101040/?ref=HRERO-1

    Bella segnalazione Giulio.
    Saluti Luca

    RispondiElimina
  2. Ciao Giulio, bella segnalazione..

    Effettivamente, sembra che i politici di alto calibro, non parteggino molto per la montagna..
    Ma per fortuna tra le montagne succede anche questo... http://www.repubblica.it/cronaca/2010/08/06/news/alice_tecno-6101040/?ref=HRERO-1
    Saluti Luca

    RispondiElimina
  3. Se penso a cosa era il turismo nelle nostre zone (Frassené sopratutto) negli anni '70 e lo paragono alla situazione di oggi, l'articolo di Stella non mi sorprende. D'altronde, è cambiato il mondo, lo diciamo per tanti argomenti e situazioni... e il turismo da noi sembra in declino senza fine.
    Però, non è così dappertutto. A partire dalla primavera le nostre case vengono invase da inserti di quotidiani e periodici che promuovono la montagna trento-alto atesina o austriaca o svizzera. Soldi buttati? Visti gli sponsor non penso proprio. E noi? Restiamo a guardare?

    Giorgio

    RispondiElimina
  4. Ottavio... in "teoria" non dovremo rimanere a guardare, in "pratica" invece dovremo trovare innanzitutto la maniera per far sedere ad un tavolo a fare quattro chiacchiere i residenti interessati, gli amministratori locali e pure qualche turista, per capire SE e come... si vuole fare qualcosa per il rilancio dell'Agordino, in caso affermativo, si potrebbe far tesoro anche di consigli ed idee provenienti da fuori. Nel frattempo, Agnér e Dintorni è qui a disposizione di TUTTI (ricordo che ora i commenti possono essere inseriti anche da chi non è registrato ad Agner e Dintorni) per confrontarci virtualmente.
    Attendo commenti..
    Sani Luca

    RispondiElimina